Contattaci

 

Un tool che facilita la lettura dei dati? Google Data Studio

Un tool che facilita la lettura dei dati? Google Data Studio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Download PDF

Google viene incontro a chi ha bisogno di  leggere documenti, incrociare dati e avere il controllo effettivo del  proprio web marketing

 

Da circa un anno è a disposizione Google Data Studio, uno strumento di facile utilizzo che da’ la possibilità di gestire il proprio business con sempre maggiore velocità

Per utilizzarlo i requisiti sono tre:

  • Avere accesso ad un account di Google.
  • Essere in uno dei circa 40 Paesi che lo supporta
  • Sapere usare Google Drive

 

Google Drive

 

Tra i tanti spazi cloud presenti in rete da Drive di Hotmail, a Dropbox, Box.com e altri, Google Drive ha delle caratteristiche che lo rendono per certi versi unico.

Facile interfaccia, possibilità di creare documenti in vari formati, da Excel a Word e soprattutto possibilità di creare dati da conservare nel tempo a proprio piacimento.

Un ulteriore elemento di grande utilità è la possibilità di scegliere con chi condividere i file, e se renderli modificabili o solo consultabili.

 

Tornando a Google Data Studio, qual è la sua utility in ambito gestione documenti?

 

Questi gli elementi chiavi, spiegati dallo stesso gigante di Mountan View:

 

  • Collegarti facilmente a diverse origini dati.
  • Visualizzare i tuoi dati grazie a rapporti e dashboard dinamici, interattivi e dall’aspetto accattivante.
  • Condividere e collaborare con gli altri, proprio come fai con Google Drive.

 

Google

 

Tra le funzioni più utilizzate di Google Data Studio ci sono  sicuramente i Calculated Fields

 

Con i “campi calcolati” hai la possibilità di costruire nuove metriche e dimensioni nell’origine dati.

I campi calcolati ti danno modo di scomporre e estrarre le informazioni contenuti nell’origine dati.

Ad esempio, puoi inserire formule matematiche, estrarre o trasformare il testo e reintrodurre i dati in base a confronti logici.

Puoi utilizzare questi nuovi campi nei rapporti scegliendoli dal selettore di metriche o dimensioni, esattamente come faresti per qualunque altro campo.

Esiste persino un link che elenca tutte le opzioni dei calculated fields, utilissima guida per implementare questa feature.

 

 

Non sai come gestire i dati, le statistiche o funzioni come Analytics?   Contatta subito TOO LAB per chiarirti le idee!

Download PDF

RelatedPost

The following two tabs change content below.
Blog Content Manager and Editor. Ho lavorato come giornalista presso le redazioni de Il Denaro, del Corriere del Mezzogiorno e ho avuto un'esperienza all'Ansa Esteri. Ho co-fondato e diretto il sito Campaniasuweb.it. In ambito ufficio stampa, ho lavorato cinque anni a Philadelphia, USA, come Public relations specialist. English Guest blogger per l'acceleratore americano Bridges to Italy. Copy writer su diversi siti online.
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Nessun commento

Lascia un commento