Contattaci

 

5 Consigli SEM per il tuo Sito Web

Consigli SEM

5 Consigli SEM per il tuo Sito Web

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Se si seguono le tattiche giuste, il Search Engine Marketing (SEM) è un’attività davvero valida ed efficace che riesce a garantire risultati ottimi per un sito web.

Di seguito troverai 5 validi consigli SEM che ti aiuteranno a raggiungere un ranking adeguato.

 

  1. Progettazione di un sito web

La progettazione del Sito Web e’ uno degli aspetti più importanti del Search Engine Marketing (SEM).

Non basta avere un “bel sito” ma è rilevante essere in grado di posizionarsi tra i primi risultati dei motori di ricerca.

Per lo sviluppo del tuo sito web affidati ad una Digital Agency, prima di contattarla visiona il suo portfolio per avere un’idea chiara e precisa in merito alla qualità del lavoro svolto. Le Digital Agency si occupano del design, dei contenuti e dell’usabilità del tuo sito web; offrono anche un accurato concept alle aziende, analizzando i prodotti o i servizi offerti.

Consigli SEM

  1. Ricerca di parole chiave

Uno dei validi consigli SEM è la ricerca delle parole chiave; esso costituisce l’analisi preliminare per la pianificazione di una campagna SEO o SEM.

Oggigiorno ci sono sempre più articoli concernenti le parole chiave e l’importanza del loro utilizzo in riferimento alle URL, i post e i nomi dei domini.

Esistono alcuni web scraper, ovvero estrattori di dati, che ti permettono di iniziare a progettare o effettuare un restyling al tuo sito web in corrispondenza della ricerca effettuata.

Tra questi siti ricordiamo Import.io ma anche Mozenda; quest’ultimo utilizzato da IBM e Yahoo! riesce a trovare termini di nicchia che di solito sono difficilmente rintracciabili con Google AdWords o Keyword Elite. E’ un software che permette di immagazzinare i dati in un file Excel, inoltre, è possibile provare questo software gratuitamente.

 

  1. L’importanza del cliente

Di rilevante importanza è la figura del cliente.

I motori di ricerca non comprano prodotti e non cliccano sui banner. Devi sempre osservare il tuo sito web dalla prospettiva del cliente. Un sito web deve essere facile da navigare e soprattutto si deve caricare entro due secondi altrimenti si rischia che i visitatori lascino la pagina senza nemmeno assicurarsi di aver trovare ciò che cercavano.

 

  1. Overselling

Le pubblicità PPC (Pay per click) rappresentano un metodo ideale per ottenere click attraverso l’attività SEM, invece, l’overselling di un prodotto o di un banner potrebbe essere uno dei problemi in cui si potrebbe incorrere.

L’obiettivo dei banner pay per click è quello di riuscire ad ottenere il maggior numero di click possibili su quel determinato annuncio, ma l’overselling (per overselling si intende vendere più di quanto si potrebbe) dei tuoi prodotti possono portare il tuo cliente ad un senso di insoddisfazione verso il tuo sito.

E’ importante, quindi, che i tuoi clienti ricevano le giuste informazioni riguardo gli annunci in PPC. Ti consigliamo di farti aiutare da un copywriter e da un grafico esperto: entrambi riescono ad attirare l’interesse degli utenti, in particolare il grafico si prende cura della tua immagine, progettando e creando anche il logo del tuo Brand.

 

  1. Stabilire il target

Determinare il proprio target è di rilevante importanza per il proprio business. Per far si che i click si trasformino in vendite devi determinare il target.

Devi porti alcuni domande fondamentali, quali:

–       Stai vendendo ad un cliente singolo o ad un’azienda?

–       Dove vivono?

–       Chi sono?

–       Perché comprano?

Se vendi ad un singolo cliente il tempo di risposta è breve ed accedi a molte più conversioni in base ai click sugli articoli PPC; invece, se il target è un’azienda richiede più tempo e l’ultima cosa che puoi pensare è che esse acquistino entro un giorno o entro una settimana.

 

Potrebbe anche interessarti

The following two tabs change content below.
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Nessun commento

Lascia un commento